COME DARE VALORE AL DIGIUNO EUCARISTICO?

Vi partecipo un testo di San Girolamo, Padre e Dottore della Chiesa (347-420) riguardo il nostro poter fare Comunione con il Signore nostro Gesù Cristo: “… io ritengo che il Vangelo è il corpo di Cristo e che le sacre scritture sono la dottrina. Quando il Signore dice di mangiare la sua carne e di bere il suo sangue, questo può certamente intendersi a proposito del mistero dell’Eucarestia. Nondimeno il suo vero corpo e il suo vero sangue sono anche nella Parola delle Scritture e la sua dottrina” (Hieronymus, In Isaiam, Prologus, CCSL 63,1).Inoltre la Costituzione Liturgica parla di 2 mense, ma di un solo atto di culto: “Le 2 parti che costituiscono la Messa, cioè la liturgia della Parola e la liturgia Eucaristica sono congiunte tra di loro così strettamente da formare un solo atto di culto”(SC 56).   Apocalisse 1,3 dice: “Beato colui che legge e beati coloro che ascoltano di parole di questa scrittura e osservano le cose che vi sono scritte”.

Preghiera per la Comunione Spirituale

comunione-spirituale

print